2022: ritorno alla Luna

Dopo quasi cinquant’anni, la NASA ha annunciato di voler tornare sulla Luna. La notizia è sorprende perché il presidente Donald Trump aveva annunciato drastici tagli agli investimenti dedicati alla ricerca spaziale. Vittima illustre del provvedimento presidenziale è stata la riduzione del budget per la costruzione del telescopio a grande campo W First, che avrebbe dato agli USA il primato nell’osservazione nella banda infrarossa. Il ritorno alla Luna non vuole solo riaffermare il prestigio in campo spaziale della nazione leader mondiale, ma soprattutto la possibilità di ottenere un indubbio vantaggio nello sviluppo Hi-Tech e quindi produrre interessanti ricadute per l’industria americana. Così, per il 2019, la ricerca spaziale USA riceverà 10 miliardi di dollari solo per il progetto Luna.

Il 20 luglio 1969 Armstrong e Aldrin furono i primi uomini a lasciare le orme dei loro stivaloni sul suolo del nostro satellite naturale. Altre missioni seguirono la prima fino ad arrivare al 1972, quando Cernan, Evans e Schmitt conclusero le visite umane sulla Luna. Ora, dopo decenni di disinteresse, ecco tornare di moda la nostra cara notturna compagna.

Il progetto Nasa prevede che in quattro anni venga realizzata una stazione orbitante attorno alla Luna e collegata con la Terra da Shuttle di nuova generazione. Da questa struttura, partiranno missioni verso la Luna e verso Marte (come aveva immaginato il grande scrittore di fantascienza e astrofisico Arthur Clarke e ben descritto nei suoi libri).

Tuttavia, se per la Luna i tempi saranno relativamente brevi, per Marte dovremo attendere ancora (troppo lungo, incerto e pericoloso il viaggio). Ma in questi decenni abbiamo assistito ad enormi progressi scientifici in ambito spaziale, quindi è difficile fare previsioni. Citando ancora A. Clarke “Ogni tecnologia sufficientemente avanzata, è indistinguibile dalla magia”.

Vedremo cosa uscirà prossimamente dal cilindro della Nasa!  Il presidente Trump, prendendo questa decisione, ha ripreso lo spirito di Kennedy con altre idee, dicendo: “Ritorniamoci e andiamo oltre, perché questo fa parte del programma America First”. Diamo allora il benvenuto a questo evento, se ci porterà nuovamente verso le stelle.

Miro Bertinotti

Miro Bertinotti

Articolista & curatore della rubrica Karamelle Spaziali di Karamellenews.it