Alfa e Omega. Siamo un grande valore

Sto traducendo in italiano il libro che ho scritto in tedesco e vorrei offrirvi qui su Karamellenews un estratto del mio primo testo.

In tutto ho scritto 99 testi che si occupano di noi uomini e donne, in senso filosofico, intellettuale, religioso e umano. Se vi piace, ogni due settimane, metterò qui degli estratti dal mio libro.

Alfa ed Omega

È tempo, tempo per la mia opera, per l’alfa e l’omega, tempo per chiudere ciò che era troppo aperto per poter apparire ancora positivo. Pensare, pensare, tutti pensano e pensano, ma dove vogliono arrivare? Il pensiero ha una direzione determinata? Le nevrosi, i pensieri ossessivi girano in tondo, gli altri pensieri non vanno da nessuna parte, molti pensieri sono costruttivi ma formano solo un’enorme bolla che poi scoppia. L’essere umano lo si può mettere dove si vuole, in mezzo a una grande città, in mezzo a un campo abbandonato, nel deserto, su una nave, ovunque si trascina chiuso in sé stesso e nel suo corpo, è un’unità con se stesso, dall’esterno vede la sua sagoma stare in piedi da qualche parte. Potrebbe vivere in qualsiasi parte del mondo, non c’è un solo posto in cui non potrebbe rimanere. Dove vuol stare?

Un corpo, una vita, una possibilità di vivere i secondi che scorrono senza rimpianti. Un essere umano è composto da molte parti eppure è un’unità. Il mio cervello è composto da molte cellule cerebrali eppure penso ad un solo pensiero, sempre lo stesso pensiero. L’uomo deve avere la sensazione di continuità e di sicurezza e si crea questa continuità da solo, come è possibile? Com’è possibile che io non mi frantumi all’istante in infiniti pezzi, chi tiene insieme i miei atomi, le mie molecole, il mio corpo? Deve essere un grande valore, in virtù dei miei pensieri sono diventata quello che sono.

Spesso le persone confondono il corpo e la mente, che è comunque un’unità. Chi comanda chi, chi influenza chi e in che maniera? Gli organi di senso sono i mediatori tra il corpo e la mente, quelli che li tengono insieme, che per esempio ci avvertono, quando arrivano la fame e la sete.

Il nostro corpo è così riccamente popolato da tanti batteri, virus, funghi e tanto sangue scorre nelle vene. Ma dall’esterno non è visibile niente: lo spirito è ancora meno visibile. Perché così impercettibile?

Sarah Krampl