Cos’è la solidarietà? A spiegarlo i giovani di Scuola e Volontariato

Napoli. Solidarietàvolontariato come agenzia educativa, occasione di crescita e conoscenza del prossimo, luogo privilegiato per l’acquisizione di competenze trasversali, che consente di scoprire e mettere in gioco le risorse personali.  È questo il senso del progetto “Scuola e Volontariato”, un’iniziativa che il CSV Napoli ha lanciato 11 anni fa in via sperimentale e che oggi è una buona prassi consolidata per avvicinare le giovani generazioni alle associazioni del territorio.

Ogni anno circa quaranta scuole medie e superiori della provincia di Napoli si attivano per condividere l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti alla solidarietà, incentivando la loro disponibilità ad entrare in contatto con le realtà associative che si occupano di disagio. Il risultato, negli anni, è stato quello di vedere consolidati legami territoriali stabili fra scuola, associazioni di volontariato e altre istituzioni e di aver contribuito a rafforzare modelli di vita positivi e responsabili proponendo ai giovani concrete esperienze di condivisione e di impegno civile. Oltre 1000 gli studenti coinvolti che, anche quest’anno, avranno la possibilità condividere e raccontare la propria personale avventura nel mondo del volontariato.

Il 17 e 18 maggio prossimi, a partire dalle ore 9.00, il palcoscenico del Teatro Gelsomino di Afragola, in Via Don Bosco 25, tornerà ad accogliere storie di cittadinanza attiva e partecipazione che attraverso originali video, toccanti esibizioni e simpatiche coreografie offriranno il punto di vista dei giovani sulla solidarietà. Al loro fianco tutor e docenti, ma soprattutto le associazioni partner del progetto che hanno accolto gli studenti coinvolgendoli nelle loro attività e accompagnandoli in questo viaggio alla scoperta del volontariato. Ad aprire la kermesse sarà come sempre un breve spettacolo cine-teatrale realizzato, questa volta, dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenticon la regia di Bruno Mirabile e il coordinamento video di Nunzia Esposito. Sul palco attori non vedenti che sfideranno barriere fisiche e mentali per allontanare pregiudizi e luoghi comuni sulla disabilità. In chiusura delle giornate, invece, la consegna del premio “Visoni di valori” dedicato alla memoria del direttore del CSV Napoli Valeria Fabrizia Castaldo, ai gruppi di studenti che avranno raccontato la propria esperienza di volontariato in maniera più significativa e originale.

Redazione Karamellenews

Redazione di Karamellenews.it