Dalla natura bontà e medicine. Marmellata di fragole con Hildegard von Bingen

Come Hildegard von Bingen, anche noi oggi possiamo ricavare dalla natura tante buone cose.

Ildegarda di Bingen visse nel 12° secolo e fu una suora benedettina molto creativa, scrittrice, mistica e teologa, erborista e naturalista tedesca. Per ogni tipo di erba ne fece una medicina indicandone la cura delle varie malattie. Per fare un esempio: con il prezzemolo si curano i calcoli, la gotta e il mal di cuore e di milza, il basilico, se cotto insieme al vino e al miele ha un effetto antipiretico.

Qui in Austria, più precisamente in Carinzia, a fine maggio aprono i campi di fragole. Ogni anno vado a raccoglierne almeno 10 chili e ne faccio una buona marmellata, con meno zucchero, così che il gusto risulti fresco e non troppo dolce.

Quindi ho deciso di scrivervi qui la mia ricetta, che è molto semplice. Buona fortuna con la mia marmellata di fragole.

Ingredienti per 6 barattoli di 250 ml.
1,5 Kg. di fragole
0,5 Kg. di zucchero gelatinizzante (qui in Austria si chiama zucchero 1:3 ed è in un pacchetto)
1 limone
1 fetta di mela
Rum per sciacquare e sterilizzare i barattoli.

Preparazione:
Preparare vicino al forno i sei barattoli sciacquati con il rum, nel primo barattolo mettete un imbuto.
Togliere il ciuffo verde dalle fragole, lavarle e metterle in una pentola abbastanza grande, aggiungere lo zucchero e il limone spremuto, farle bollire per un paio di minuti mescolandole continuamente. Dopodiché, con un frullatore a immersione, frullatele direttamente sul fuoco a basso livello nella pentola, aggiungete la fetta di mela e fatele bollire ancora un po‘, per circa uno o due minuti. Versate la marmellata con un mestolo nel barattolo con l‘imbuto, riempendolo fino al collo, avvitate subito il barattolo e mettetelo per un paio di minuti a testa in giù.
La marmellata dura anni

Sarah Krampl