Giornata Mondiale Alimentazione. Per la prima volta progetto europeo a guida italiana

Per la prima volta un’infrastruttura di ricerca a guida italiana è stata selezionata fra le eccellenze nel settore “Health&Food” della roadmap del Forum Strategico Europeo per le Infrastrutture di Ricerca (ESFRI – European Strategy Forum on Research Infrastructures). Si tratta di Metrofood-Ri progetto a guida ENEA che coinvolge oltre 2.200 ricercatori di 48 tra le maggiori istituzioni di 18 Paesi europei impegnate nel campo della sicurezza alimentare, qualità, tracciabilità dei cibi e contrasto a sofisticazioni e contraffazioni. Il progetto è presentato proprio oggi, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione (GMA)  istituita per celebrare il giorno di fondazione della FAO nel 1945.

Si tratta di un risultato di rilievo a conferma dell’eccellenza della nostra ricerca in un settore strategico che necessita di risposte certe in materia di sicurezza, qualità, tracciabilità e autenticità degli alimenti e di misure affidabili in un contesto di armonizzazione delle procedure fra i diversi Paesi”, ha sottolineato il presidente dell’ENEA Federico Testa. “Le infrastrutture di ricerca giocano un ruolo chiave nel progresso scientifico e rivestono un’importanza strategica nel contesto della European Research Area”, ha aggiunto Testa.

Il nostro obiettivo – ha dichiarato Viorel Vulturescu di ESFRI – è di costruire e collegare la prossima generazione di infrastrutture di ricerca nazionali e internazionali, oltre a sviluppare una dimensione globale di dati per una maggiore competitività scientifica nei settori energia, ambiente, salute e alimentazione, fisica e ingegneria, innovazione sociale e culturale e data computing”.

L’obiettivo di Metrofood-Ri è fornire servizi a livello territoriale, agendo sul piano dell’affidabilità delle misure e dell’armonizzazione delle procedure, attraverso  un approccio Fair – cioè Findable, Accessible, Interoperable, Re-usable –  nella gestione dei dati in modo da  allineare ricerca e innovazione ai valori, ai bisogni e alle aspettative della società, in linea con i principi della Responsible Research and Innovation”, ha evidenziato la ricercatrice ENEA Giovanna Zappa, che coordina Metrofood-Ri.

Redazione Karamellenews

Redazione di Karamellenews.it