I colori dell’Autunno

La raccolta dell’uva, delle olive insieme alla transumanza, non sono che alcune tra le tante tradizioni che arricchiscono la stagione dell’autunno. Anche se a poco a poco la luce del giorno si fa più tenue, se le giornate piovose si susseguono per introdurci nell’inverno, sembra che la natura esploda in un tripudio di colori che scaldano il cuore.

Non si può non avere negli occhi lo spettacolo di certe piante le cui foglie assumono tutte le tonalità del giallo, del rosso e dell’arancione, la ricchezza dei frutti dell’autunno, fatti per durare anche d’ inverno: oltre all’uva ricordiamo le castagne, così preziose per la sopravvivenza nei i tempi passati, così care nei supermercati odierni. E poi i cachi che rimangono sugli alberi anche quando le foglie sono cadute riempiendo di colore i rami spogli, le mille qualità di mele, di pere, di agrumi; insomma si può dire che l’autunno, prima di abbandonarci al freddo e al buio, ci ricolma di regali.

Oltre alle tradizioni di cui abbiamo parlato, legate alle raccolte o al ritorno degli animali nelle stalle, che variano da paese a paese, esistono nel mondo particolari feste d’autunno in cui si celebra soprattutto la luce più tenue della luna, il “luminare minore “che illumina la notte

In Giappone si celebra la festa Otsukimi (“guardare la luna”): al satellite si possono indirizzare anche desideri perché è considerato portatore di gioia. In Cina si celebra la Festa della luna , molto antica, si celebrava solo fra i nobili e poi si diffuse fra tutti . Oggi le tradizioni sono scomparse ma rimane un segno di questa festa la moonKake, torta della luna. In India, fra ottobre e novembre si celebra la festa delle luci, Diwali: ovunque si accendono lumini e ci si scambiano i doni. Anche nel Regno Unito il giorno dell’Equinozio di autunno è utilizzato per calcolare la ricorrenza di un particolare festival dedicato al raccolto, ovvero la domenica di Luna piena più vicina all’Equinozio. Il simbolo della festa sono bambole di granturco.

Vi lasciamo con una poesia di Emily Dickinson.

Il nome suo è Autunno
Il nome – suo – è “Autunno”
Il colore – suo – è Sangue
Un’Arteria – sulla Collina
Una Vena – lungo la Strada
Grandi Globuli – nei Viali
E Oh, l’Acquazzone di Tinte
Quando i Venti – rovesciano il Bacile
E versano Pioggia Scarlatta
Sparpaglia Berretti – laggiù
Forma rubicondi Stagni
Poi – avvolgendosi come una Rosa – se ne va
Su Vermiglie Ruote.

Giovanna Turco

Silva Bos

Giornalista di Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it