Il dono di Gesù: Corpus Domini

Carissimi, nel Vangelo di domenica scorsa, 3 giugno solennità del Corpus Domini, Marco inizia la sua narrazione con una “sorpresa” per gli Apostoli che si recarono dove Gesù aveva loro indicato come luogo ove preparare per celebrare la Pasqua.

Con grande stupore i discepoli trovarono: “una grande sala, arredata e già pronta”.  Con questo scherzetto di Gesù, l’evangelista stesso ci suggerisce un’ idea preziosa: non dobbiamo essere noi a preparare, è Gesù che prepara ogni cosa con il dono della propria vita, del proprio corpo e del proprio sangue, che continuano ad essere già pronti e preparati per noi : nel pane e nel vino ogni volta che celebriamo l’Eucarestia.

Ciò che noi potremmo offrire è il nostro impegno per assumere e trasformare la nostra vita in quella di Gesù per mezzo della grazia dei sacramenti che ci trasformano interiormente, liberandoci dal male. E’ sempre la presenza di Gesù in noi che ci trasforma e per la nostra fede ci infonde la sua stessa vita, che noi assimiliamo mangiando il suo corpo e bevendo il suo sangue. Quale notizia più bella e salutare per la nostra pace interiore ed esteriore che ci fa scoprire una nuova donazione nel nostro esistere! Vi abbraccio

Don Contardo

Contardo Colombi

Presidente di Anspi S.Rocco Editore di Karamellenews.it