“Il patto che mi cambiò la vita”

Durante la X Conferenza dei Presidenti delle Avo d’Italia (Caserta 17,18,19 maggio) è stato presentato il libro
“Il patto che mi cambiò la vita” Autobiografia del medico che ha fondato l’Associazione Volontari Ospedalieri (AVO)
a cura di Claudio Lodoli*
Prefazione di Padre Arnaldo Pangrazzi
Edizioni Paoline
Il libro si articola in tre parti: la prima, scritta da Erminio Longhini, riguarda la vita e le attività del primario fondatore dell’AVO; la seconda parte, scritta da Claudio Lodoli, racconta gli ultimi anni della vita di Erminio Longhini e si basa su testi scritti dal professore, interviste, articoli e testimonianze dei figli, in essa trovano spazio anche documenti e schemi scritti in corsivo da Erminio; la terza parte è costituita da testimonianze di persone che l’hanno conosciuto e che hanno condiviso una parte di strada con lui nel campo della medicina, dell’impegno sociale, della fede.
Il titolo “Il Patto che mi cambiò la vita” si riferisce a un episodio avvenuto a Lourdes, un vero e proprio contratto che Erminio, all’inizio della sua carriera, fece con Maria: lui avrebbe studiato almeno due ore al giorno per avere una preparazione all’altezza della professione e Maria l’avrebbe aiutato.
Capì che doveva essere “Una buona vanga perché il vangatore è un Altro”
In alcuni discorsi tenuti durante Convegni e Conferenze dell’AVO, Erminio Longhini ebbe modo di ricordare questo Patto e come l’impegno di curare la sua preparazione studiando, lo aiutò ad affrontare casi difficili con risultati positivi.
Erminio dedicò la sua vita alla professione medica e nell’ambito del suo lavoro, che amava tanto da definirlo il più bello di tutti, ebbe l’ispirazione che diede vita all’AVO e che aprì le porte delle strutture sanitarie alla società civile
Fare bene il medico, svolgere la sua attività di primario con dedizione ponendo al centro l’ammalato con i suoi bisogni, lo portarono alla fondazione dell’Associazione Volontari Ospedalieri, con l’obiettivo di colmare la solitudine che spesso accompagna i malati.
La storia di Erminio Longhini si intreccia con la storia dell’AVO, quindi leggere questo libro ci permette di conoscere anche l’AVO e lo spirito che deve animare il volontario.
Nel libro, Erminio scorre le immagini dell’album di famiglia e ci regala racconti relativi alle vacanze, allo sport, agli affetti familiari.
Erminio Longhini (Milano 1928- 2016), per trent’anni primario alla divisione Campari dell’Ospedale di Sesto San Giovanni; è stato insignito della medaglia d’oro al merito della Sanità pubblica dal Presidente della Repubblica Azeglio Ciampi.
*Claudio Lodoli, (Roma 1946) imprenditore nel campo dell’editoria, è volontario AVO dal 1995; ha ricoperto il ruolo di Presidente locale, regionale e Nazionale