La NASA conferma che le piante assorbono inquinamento

Che siano una componente d’arredo in grado di abbellire qualsiasi ambiente è cosa risaputa, ma quello che salta fuori da alcuni esperimenti, condotti dalla NASA, è che le piante sono anche in grado di ripulire l’aria delle nostre abitazioni. Oltre agli inquinanti che troviamo all’esterno, gas di scarico di automobili caldaie etc., anche in ambiente domestico o in ufficio possono infatti essere presenti concentrazioni di sostanze dannose per la nostra salute. L’inquinamento domestico è dovuto principalmente alle esalazioni chimiche presenti nei materiali edili come plastiche, vernici, solventi, colle, anche ai comuni detersivi per le pulizie, all’aria viziata, ai vapori e al fumo di sigaretta.

Nel tentativo di conservare più pulita possibile l’aria all’interno delle navette spaziali, la NASA in collaborazione con ALCA (Associated Landscape Contractors of America) ha condotto dei test collocando diverse specie vegetali in camere chiuse e sigillate. Successivamente sono state introdotte all’interno  sostanze attraverso tubi specifici per i diversi prodotti chimici e, lasciato trascorre un periodo di tempo (dalle 2 sino alle 24 ore), sono stati prelevati e analizzati diversi campioni.

Inizialmente sono stati esaminati gli effetti prodotti da piante a fogliame pieno, in una seconda fase lo stesso meccanismo è stato applicato anche  a piante  private  di tutte le foglie. I risultati ottenuti dai diversi test confermano diminuzioni significative di agenti inquinanti in entrambi i casi. Ciò dimostra, senza dubbio, la capacità di alcune piante comuni di assorbire e ripulire l’aria dei nostri ambienti, non solo tramite le foglie ma anche attraverso le radici, un fenomeno quest’ultimo, ancora in fase di studi.

La NASA, inoltre, fornisce un elenco delle piante, scelte per lo screening, che potrebbero essere particolarmente adatte alla rimozione di una o più sostanze chimiche, tra queste la Palma di bambù, la Gerbera margherita, la Lingua di suocera, il Giglio della pace, il Ficus camadorea e il Ficus benjamin, l’Edera comune, la Dracena deremensis, il Clorofito e la Sanseveria.

Le piante come ogni essere vivente hanno bisogno di cure. E’ necessario quindi dedicare loro tempo e attenzioni nella scelta della pianta più adatta a voi. Fate comunque attenzione che non siano dannose per i vostri amici animali…

Rosa Marongiu

Rosa Marongiu

Articolista