L’Ambulanza letteraria: il “Cammino di Santiago” dei libri

I libri potremmo quasi considerarli farmaci, farmaci letterari.

Leggere un libro è un po’ come guardarsi allo specchio, vediamo il nostro riflesso ed è per questo che i libri potremmo quasi considerarli farmaci, farmaci letterari. Così è per quest’ambulanza letteraria, una libreria itinerante, che qualcuno pare anche abbia definito il “Cammino di Santiago” dei libri.

Il mezzo è simile ad una ambulanza e i responsabili, scrittori, psicoterapeuti, neurologi e psicologi, portano il tradizionale camice bianco da medico. Cosa succede? Succede che quest’ambulanza letteraria va nelle piazze, nelle scuole e dovunque sia chiamata. Qui, quasi come per magia, la letteratura si fonde con l’ascolto delle emozioni che vengono collegate ad un determinato libro. In sostanza, si fa la diagnosi (tristezza, gelosia, timidezza, stress o rabbia, e poi si da la prescrizione letteraria, che se la vedete, è una vera e propria ricetta medica ovviamente ‘adeguata’ nella grafica a questo progetto serve per quel determinato caso.

Quest’idea così incredibile è di Cono Cinquemani, che è appunto uno scrittore. Ed oggi il suo progetto va dove c’è bisogno per ‘curare l’anima’. Ovviamente in questo periodo l’ambulanza non può girare per l’Italia e allora i suoi servizi li fornisce attraverso i social.

Silva Bos

Silva Bos

GIORNALISTA specializzata in Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it