L’integrazione? E’ in campo!

Parma. Quando dici ‘integrazione’… ed è la cosa più bella quando i progetti passano dalla carta alla realtà. E’ successo nella palestra del liceo Romagnosi, dove si è svolto il primo torneo studentesco di Sitting volley. Lo hanno organizzato gli stessi ragazzi che, a gennaio, avevano partecipato al Laboratorio di Alternanza Scuola Lavoro proposto da Forum Solidarietà. Si parte da qui, altri due tornei seguiranno a settembre, al Liceo delle Scienze Umane Albertina Sanvitale e all’ITIS Galileo Galilei di San Secondo.

Sono passati pochi mesi da quelle giornate innevate in cui i ragazzi, intorno ai tavoli del Wo.Pa. ragionavano di disabilità e inclusione, insieme alle associazioni.
Con il torneo, l’inclusione pensata e progettata, finalmente è scesa in campo, abbassando le reti all’altezza di tutti. Le foto raccontano la gioia e l’energia di questa giornata. E la grande soddisfazione dei giovani organizzatori, affiancati dalle insegnanti, dalla Polisportiva Gioco e da Forum Solidarietà.
Folgorati da questa disciplina sportiva e travolti dall’energia dei volontari, i ragazzi hanno voluto riproporre ai compagni la stessa esperienza: giocare a pallavolo da seduti, scoprirsi inizialmente un po’ imbranati ma divertirsi come mai si sarebbero aspettati.

Il sitting volley è una disciplina inclusiva che mette tutti sullo stesso piano, disabili e no, maschi e femmine, alti e bassi. Per un giorno ognuno ha potuto giocare nei panni degli altri. Ed è stata una nuova scoperta, per tutti.

 

Redazione Karamellenews

Redazione di Karamellenews.it