L’orto, luogo in cui è bello starci a coltivare e amare. Riflessioni di un nostro lettore

Riceviamo e pubblichiamo le riflessioni di un nostro affezionato lettore: Accanto alla Casa è bello avere un giardino, coltivare anche l’orto, diventerebbe ancora meglio, più completo e carino. Il piacere di coltivare l’orto è fatica, ma scopri l’utilità e la sua bellezza, da grandi soddisfazioni,  libera dalle tensioni, pensieri negativi, si respira aria sana godendo la sua purezza.

L’orto personale, sociale, comunitario è un luogo magico, favorisce la socializzazione, è creativo e inventivo, dove si impara anche l’ecologia, la gioia di vivere sereni che è un bel positivo motivo. Coltivare con impegno e passione l’orto, si impara l’arte dell’agricoltura e anche ad avere uno spirito libero, seminare qualità di verdure,  mettersi in attesa della crescita , pronte per l’utilizzo a chilometro zero.

Con la bellezza dell’orto godi le meraviglie della natura, guardi il cielo, la pioggia, il vento, il sole i bei colori, senti il canto dei uccelli, che sembra un concerto di musica, favoriscono a vivere la vita con buoni umori. La fatica e il sudore a coltivare l’orto viene sempre compensato, dalle verdure che si raccoglie e si mangia, i suoi sapori, portano  beneficio per la salute e tutto gratificato.

Quando mi chiedono, come va l’orto, lo hai coltivato, rispondo sempre, gode di ottima salute e che mi fa star bene vederlo bel ordinato. Affacciandomi alla finestra a guardare il mio bel orto, vigoroso e colorato, ho pensato se tutti coltivassero l’orto, i mezzi di trasporto verdure sarebbero dimezzati e l’ambiente meno inquinato.

W l’orto, luogo magnifico, creativo e salutare, è molto bello starci a coltivare e amare.

Francesco Lena – Cenate Sopra (Bergamo)

Silva Bos

Giornalista di Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it