Marco Guazzone e Stefano Costantini degli Stag a Sanremo per S.I.G.L.A.

Grande orgoglio di Karamellenews per l’intervista a Marco Guazzone e Stefano Costantini, artisti degli Stag che, in formazione ridotta a Sanremo, martedì 21 maggio alle ore 21 rappresenteranno la band salendo sul palco del Teatro del Casinò in occasione di “S.I.G.L.A. Sogna In Grande, Lasciati Andare” lo spettacolo di arte varia, firmato da Ilenia Bongiovanni e presentato da Anspi Zonale Ventimiglia Sanremo. Il gruppo romano vanta una storia ricca di grandissimi successi, in una discografia che li ha anche visti protagonisti di brani scelti come colonne sonore cinematografiche e impalmati con svariati Premi.

“Com’è essere nuovamente coinvolti in questo spettacolo di arte varia di una giovane realtà?” “E’ sempre un’emozione tornare nella città di Sanremo. Ci siamo stati da poco, durante il festival per seguire Arisa. E’ un contesto che abbiamo conosciuto lo scorso anno: una bellissima realtà, in una serata magica dove si creano delle energie speciali. Siamo felici di esserci e di regalare il nostro piccolo contributo. L’Anspi è un movimento importante che da ai partecipanti modo di conoscersi e in questo caso di andare sul palco, affrontare temi importanti, sognare per il proprio futuro”.

“Cosa potete raccontarci del vostro futuro?”Stiamo scrivendo il nuovo disco, stiamo lavorando in una nuova modalità poiché due di noi si sono trasferiti a Milano e cambiare aria fa bene, da nuovi stimoli. E’ una nuova sfida e in più Milano mi sta piacendo: mi regala energie nuove, la musica è li. Lavorando all’ultimo disco che è una fase di ricerca, di sperimentazione e per settembre uscirà finalmente la nostra fatica. Abbiamo bisogno di raccontare qualcosa di nuovo, qualcosa di noi”.

“Cosa rappresenta per voi il viaggio che è legato al nostro lavoro S.I.G.L.A.?”“Su questo tema abbiamo già scritto due dischi in contesti diversi: uno era sui viaggi intergalattici e spaziotemporali nello spazio, l’altro, più terreno, dentro a noi stessi. Un musicista è sempre in viaggio, un lavoro di esplorazione con ostacoli, quindi ci sentiamo a casa”.

“Quest’anno tutto il ricavato dello spettacolo è devoluto ad Officine Buone che voi conoscete”Siamo felici perché è un’altra di quelle realtà che fa cose meravigliose, tutti volontari che mettono a disposizione i loro talenti, le loro energie, il loro amore per regalare momenti speciali a chi si trova in ospedale nella sofferenza.”

E allora non ci resta che aspettare martedì 21 per gustare quello che ci regaleranno questi straordinari musicisti.

Alessandra Camia

 

Alessandra Camia

Articolista & Responsabile amministrativo di Karamellenews.it