Nadalin

Sicuramente più recente, ma altrettanto famoso come il panettone è il pandoro, originario anche egli dell’Italia del Nord, compare su tutte le tavole, a volte in compagnia, a volte in alternanza al più antico panettone.

La nascita di tale dolce è certa e più recente: 14 ottobre 1884, giorno in cui Domenico Melegatti depositò al Ministero di Agricoltura e Commercio del Regno d’Italia, il brevetto di un dolce dall’impasto morbido e dal caratteristico stampo di cottura con forma di stella troncoconica a otto punte. Ma l’origine è ben più remota e va ricercata al tempo della Repubblica Veneziana, intorno al 1500 quando sembra che tra alcuni dolci ricoperti con sottilissime foglie di oro, ce ne fosse uno a forma conica chiamato pan de or. Per altri si può risalire ancora più indietro al nadalin un dolce duecentesco di cui il pandoro di oggi ne sarebbe l’evoluzione.

l pasticcere Melegatti si ispirò a una antica tradizione veronese. Durante il periodo natalizio, precisamente la sera della vigilia di Natale, le donne dei villaggi si riunivano per impastare il cosiddetto Levà, un dolce lievitato ricoperto da granella di zucchero e mandorle. L’inventore del pandoro prese la ricetta del Levà, eliminò la copertura, che poteva ostacolare la lievitazione e aggiunse uova e burro allo scopo di rendere morbido l’impasto. Il pandoro era nato. Mancava solo la forma. A quella pensò Angelo Dall’Oca Bianca, un pittore di origine veronese, che disegnò lo stampo a piramide tronca e otto punte che contraddistingue il pandoro

C’è un altro dolce che non può mancare a Natale ed è il torrone. Ne abbiamo parlato altre volte, ma vale la pena ricordarlo sempre. Di Cremona soprattutto, di nocciole o di mndorle, morbido o duro, ricoperto di cioccolato o di glassa ai vari sapori, il torrone ha due ingredienti fondamentali: il miele e le uova. Si pensa di origini latine – Tito Livio parla di un dolce a base di albume, miele e uova – o anche arabe: un dolce simile si trova in Spagna, Francia e anche sud Italia. Secondo la leggenda il primo torrone fu realizzato in Italia, a Cremona, per il matrimonio di Francesco Sforza con Bianca Maria Visconti.

Rimandiamo alla prossima volta la descrizione dei dolci che si cucinano nel sud Italia, sono molti e sono particolarmente interessanti.

Giovanna Turco

Silva Bos

GIORNALISTA specializzata in Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it