Natività di S. Giovanni Battista. “Giovanni è il suo nome”

Giovanni sarà grande davanti al Signore, pieno di Spirito Santo fin dal seno di sua Madre: molti gioiranno per la sua venuta. “Giovanni”, infatti, secondo l’etimologia del nome, è un dono del Signore al Suo popolo, è il segno più evidente che la misericordia di Dio non cessa di preoccuparsi delle sue creature. Nella Chiesa la figura del precursore ha un grande valore se si considera che la sua nascita è un invito, anche per noi ad offrire la nostra esistenza a Dio e ai fratelli: a Dio come lode per la sua chiamata e ai fratelli come promessa della perenne presenza di Dio a sostegno della nostra fedeltà alla sua grazia, per mezzo dello Spirito Santo.

Giovanni è il suo nome”: in queste parole pronunciate da Zaccaria mentre riacquista la capacità di parlare è rivelata la missione del Battista. Nella sottolineatura del Calendario liturgico della Chiesa, la sua nascita viene ricordata assieme a quella di Gesù e Maria Santissima. Da tutti questi particolari, evidenziati dai sacri testi, sentiamo la figura di Giovanni molto vicina all’esperienza di fede del nostro tempo e della nostra esperienza personale.

Carissimi lettori del nostro messaggio, mentre vi scrivo vi sento tanto vicino e mi piacerebbe conversare con Voi per esprimere quanto ho nel cuore di grazia e di disponibilità pastorale.

In questo momento ho vicino al mio computer Federica Bruno, la nostra articolista e curatrice della rubrica settimanale Lady Karamella: una persona che tutti voi conoscete molto bene per la simpatia e il permanente sorriso che illumina il volto e ogni movimento della sua persona e illumina anche me tanto da darmi la forza di proseguire nella conclusione del mio messaggio. In esso, infatti, mi immergo in questa ricchezza di testo che solo i profeti possono percepire nella loro ricchezza di disponibilità interiore per quanto viene rivelato.

A tutti il mio abbraccio e l’espressione della mia amicizia, che vorrei comunicarvi con l’abbondanza di sorriso che riempie anche Federica qui accanto a me.

Don Contardo Colombi

Contardo Colombi

Presidente di Anspi S.Rocco Editore di Karamellenews.it