“Per un mondo migliore? Una Pasqua d’ascolto”. Auguri da un nostro lettore

C’è bisogno di una Pasqua di gioia, che ci unisce nei valori umani, della vita e solidale. Dove la gente sia più disposta, ad ascoltare, stare bene insieme, con generosità aiutarsi e aiutare. C’è bisogno di una Pasqua, disposti ad ascoltare di più gli ammalati, con dolcezza, donare loro un sorriso, l’ascolto li farà sentire meno soli allevierà sofferenze, sarà un bel gesto di umanità e illuminerà il loro viso.

C’è bisogno di una Pasqua che ci aiuti a stare vicini, con un affetto caloroso agli anziani, fonte di sapere e saggezza, l’ascolto sarà come la luce delle stelle, trasmetterà sicurezza per il domani. C’è bisogno di ascoltare con più attenzione e bella simpatia, le persone più deboli e i diversamente abili, l’ascolto sarà per loro, come un raggio di sole, porterà energia, li farà sentire più forti e meno fragili.

C’è bisogno di ascoltare di più i bambini, offrire la possibilità di giocare e donare loro infinito amore, l’ascolto porterà gioia, felicità, creatività, serenità e aprirà la mente e il cuore. C’è bisogno di ascoltare e costruire ponti di dialogo, aiutare le persone che soffrono la fame e hanno meno, l’ascolto aprirà le nostre coscienze, sarà per loro positivo, come l’arcobaleno che annuncia il sereno. C’è bisogno di ascoltare, osservare e rispettare di più l’ambiente, la natura, rispettare ogni forma di vita, i suoi colori che ci dona, l’armonia, un’atmosfera meravigliosa e aria pura.

Se tutti insieme per qualche minuto ci fermassimo in silenzio a riflettere, sarebbe un clamore, se quei minuti li adoperassimo per ascoltare scopriremmo come fare per costruire un mondo più giusto e migliore. L’ascolto, se sarà praticato con sincerità e umiltà e se nella nostra vita trionferà, sarà per tutti una Pasqua di resurrezione, di gioia, di umanità, di pace, fraternità e nella solidarietà.

Francesco Lena Cenate Sopra (Bergamo)

Redazione Karamellenews

Redazione di Karamellenews.it