Pirates Savona e Futura: football americano, bodypainting sociale. Video

Da Guernica a Lampedusa, con il bodypainting per smuovere le coscienze che sembrano impaurite e insensibili nei confronti della sofferenza del prossimo. L’idea arriva dalla scuola di trucco per lo spettacolo Futura, Centro Formativo di Confartigianato, con alcuni giocatori della squadra di football americano Pirates di Savona che si sono prestati fisicamente.

L’idea – spiega a Karamellenews Marzia Pistacchio, art director di Pistacchio Imago Labè nata chiacchierando con i ragazzi della classe che utilizza questa tecnica vecchia come il mondo. Cerchiamo sempre di combinare trucco e sociale: il trucco non è solo estetica ma antropologicamente parlando serve per far passare il messaggio che arriva da dentro e viene comunicato agli altri con il corpo”.

Abbiamo creato un parallelismo tra il quadro di Picasso, Guernica che racconta la strage del paese basco, la violenza e la guerra, e Lampedusa, presa come simbolo dell’immigrazione, degli sbarchi, della sofferenza e delle morti. – prosegue l’artista – Per far comprendere che la storia si ripete, la tela del grande artista con una madre e il suo bimbo morto in braccio e la tela di corpi che è un appello alle coscienze, a non voltarsi dall’altra parte, ad essere nel mondo. E come nel Picasso c’è un fiore simbolo di speranza, in quest’opera di Skin Art ci sono due note di colore nella torcia e nel giubbotto di salvataggio, immagine di fiducia e aspettativa”.

Tra i tanti significati di quest’arte, che usa come tela il corpo, c’è anche la scelta dei “corpi” dei giocatori dei Pirates di Football americano, sport di squadra tanto rude quanto eticamente corretto, in cui spicca il rispetto dell’avversario e lo spirito di unione dei giocatori. ”E così, – racconta Marziai Pirati si sono comportati in studio: ragazzi speciali, allegri, educati e cordiali, che si sono prestati per fare passare un messaggio di umanità che rispetta le idee politiche di tutti ma che “urla” restiamo umani e aiutiamo gli altri, il prossimo.”

Hanno messo insieme idee, truccatori e giocatori e in una giornata hanno sviluppato quest’opera d’arte dal forte significato.  Un bodypainting di insieme, nato da un’idea di Marzia Pistacchio e Antonella Tagliani e realizzato nello studio Pistacchio Imago Lab insieme ad un team di truccatori provenienti da Futura:Simona Ferrari, Nadia Tissone, Paola Isetta, Annamaria Lombardo e con l’aiuto di Luna Carbone. Il servizio fotografico è stato realizzato da Marco Toschi e Zaira Ricca.

La tela sulla quale l’opera è stata realizzata è una tela d’eccezione: Simone Sasso, Yuri Diamanti, Federico Navarra, Franklin Xavier, Matteo Bruno, Davide Leoni, Patrick Bazzano e Carlo Guelfi.

Ecco come il make-up e i truccatori professionisti non sono solo estetica ma espressione di attenzione al sociale e preparazione creando progetti che suscitino emozione e che facciano riflettere.

Alessandra Camia

Alessandra Camia

Articolista & Responsabile amministrativo di Karamellenews.it