Presentato il 69′ Festival della Canzone Italiana. Baglioni “Amico della Città di Sanremo”

Sanremo (IM).Un evento musicale e spettacolare raccontato dalla televisione e nel solco e nella centralità dell’armonia”. Così viene definito da Claudio Baglioni il 69° Festival della Canzone Italiana di Sanremo presentato quest’oggi al Casinò della Città dei Fiori e della Musica. Per Baglioni, al secondo anno come Direttore (definito ‘Dirottatore’ per le coraggiose scelte da mettere sul palco) Artistico, l’evento non è infatti una semplice trasmissione televisiva, bensì rappresenta la musica come pietra miliare, stella fissa della musica intesa come armonia, quella attraverso cui le note, se pur diverse, insieme formano un accordo.

In effetti, per Baglioni è stato d’ispirazione anche il logo di quest’anno che graficamente presenta l’edizione numero 69 quasi a disegnare un Yin e Yang, quel bianco e nero che nella filosofia cinese simboleggia la bellezza degli opposti che si completano. E questo pare sarà, nella formula tradizione+innovazione, a partire dalle differenti sonorità dei brani in gara così come le diverse impronte comiche ed artistiche dei co-conduttori, Virginia Raffaele e Claudio Bisio che, insieme a Claudio Baglioni, traghetteranno il mondo della musica dal Teatro Ariston nelle case degli italiani e di mezzo mondo nelle cinque serate, dal 5 al 9 febbraio prossimo.

Quest’anno, la principale innovazione, fortemente voluta dal Direttore Baglioni, è una sola categoria e 24 sfidanti. Sul palco ci saranno infatti 22 Artisti scelti dalla Commissione musicale oltre ai 2 vincitori di Sanremo Giovani, che nelle serate del 20 e 21 dicembre  hanno conquistato il passaporto per il concorso di febbraio. Un cast di Campioni scelto, privilegiando i candidati dall’identità artistica e percorso professionale riconosciuti e riconoscibili, come interpreti musicali.

Anche quest’anno torna, poi, il PrimaFestival, il notiziario flash sui temi caldi che animeranno questa 69° edizione. Tutti i giorni, a partire dal 25 gennaio e subito dopo il tg, il PrimaFestival ci accompagnerà in pieno clima sanremese con curiose news, interviste a caldo e gossip esclusivi sui cantanti in gara, gli ospiti e i conduttori che si alterneranno sul palco. Non mancherà, inoltre, il consueto appuntamento con l’analisi dei contenuti che animeranno i social e del trend topic più curiosi che circolano in rete.

Ma non è tutto poiché, a 50 anni da quando l’uomo ha messo piede sulla luna, il Dopo Festival 2019, in diretta da Teatro del Casinò, renderà omaggio alle stelle della musica e delle canzoni dell’Ariston. E cielo, stelle e luna saranno non solo al centro di una rinnovata scenografia ma anche parte integrante di un programma che farà del racconto poetico e di un’ironia stralunata la propria cifra. Questo grazie alla conduzione di Rocco Papaleo affiancato da una band musicale e da due presenze femminili, ognuna delle quali rappresenterà due anime diverse di quello che, in maggio ai Pink Floyd, quest’anno è il sottotitolo del Dopo Festival “The Dark Side of Sanremo”.

Tra le presenze e superospiti, svelati i nomi di Andrea Bocelli (forse con suo figlio), Elisa, Giorgia, e poi Pippo Baudo con Fabio Rovazzi, e forse Checco Zalone. Probabile Premio alla Carriera a Peppino Di Capri.

Un Festival dunque tutto da scoprire e gustare grazie alla sapiente ideazione di Claudio Baglioni che, per la sensibilità e l’attenzione dimostrata alla cittadina rivierasca ed anche all’evento Area Sanremo, a giorni, probabilmente durante il prossimo Consiglio Comunale, riceverà il riconoscimento “Amico della Città di Sanremo.”

Festival Sanremo 2019… Karamellenews c’è!

Silva Bos

Foto di Fulvio Bruno

Silva Bos

Giornalista di Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it