Quattro atenei italiani fra i 200 migliori al mondo

L’Italia detiene un grande prestigio accademico, lo dicono le statistiche. La nostra nazione è uno dei più importanti bacini artistici e culturali del mondo: sede di bellissimi monumenti e di testimonianze storiche, oltre ad aver dato i natali ai più grandi artisti, scienziati, inventori e letterati di tutti i tempi, ciò nonostante l’Italia viene screditata dal punto di vista accademico. La ragione di questa ingiusta reputazione è probabilmente dovuta ad alcune considerazioni di natura sociale, economica e politica da parte della pubblica opinione.

Grazie a uno studio condotto dal QS World University Rankings che ha classificato 4.388 università, possiamo recuperare la stima nei confronti della nostra patria e esaltare la reputazione di rettori, professori, laureati e studenti. Sono 4 infatti gli atenei italiani che appartengono alle 200 migliori università del mondo: il Politecnico di Milano al 170esimo posto, l’Università di Bologna, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Normale Superiore di Pisa, pari merito al 192esimo posto. Ad impreziosire maggiormente il prestigio delle università toscane è un’ulteriore classificazione riguardante l’impatto sulla ricerca mondiale in cui la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna si trovano rispettivamente al 18esimo e al 27esimo posto.

Le università italiane detengono dunque una grande importanza nel panorama internazionale, lo studio ha mostrato risultati di cui andare fieri e da cui ricavare nuovi stimoli per poter migliorare ancora, evidenziando il potenziale degli italiani, e arginando la così detta “fuga dei cervelli”.

Alessia Chichi

Alessia Chichi

Articolista di Karamellenews.it