Scoperti 17 nuovi Pianeti extrasolari

Pubblicata su Astronimy & Astrophysics la notizia della scoperta, da parte di scienziati tedeschi, di 17 esopianeti orbitanti attorno ad una stella nana rossa. Renè Heller, Michael Hippke e Kai Rodenbeck, del Max Plank Institute for Solar System research dell’osservatorio Sonneberg dell’università Georg August di Gottinga, hanno individuato 17 superterre delle quali una orbitante nella fascia di abitabilità (nella quale l’acqua si presenta allo stato liquido).

Il raggio dei pianeti varia da 0.7 a 2.2 quello terrestre ma, a parte quello situato nella fascia di abitabilità che potrebbe anche avere un’atmosfera, essi posseggono temperature proibitive per la presenza della vita: da 100° C. a 1.000° C. Ma la novità sta nel metodo adottato dagli scopritori per individuarli perché gli esopianeti erano sfuggiti alle precedenti osservazioni. I dati analizzati sono stati forniti dal Telescopio Spaziale Kepler della Nasa, spento nell’ottobre 2018, ma questa volta trattati con un nuovo algoritmo più preciso dei precedenti. L’algoritmo ha analizzato la curva di luce della stella quando il pianeta le passa davanti (metodo dei transiti).

Si calcola che il 96% dei 4.000 esopianeti scoperti fino ad oggi, abbiano una massa molto maggiore della Terra. Individuare quelli più piccoli è molto difficile, però si sa che sono tantissimi e forse qualcuno veramente simile al nostro pianeta, forse abitati; basta trovare una tecnica innovativa per localizzarli.

Nel programma, sono state studiate 517 stelle con un corredo di pianeti. Ora invece si analizzeranno centinaia di migliaia di stelle che Kepler ha osservato nella sua lunga vita operativa per individuare un centinaio di esopianeti uguali alla Terra e sfuggiti agli studi con algoritmo tradizionale.

Il nuovo metodo di analisi risulterà particolarmente utile per preparare la prossima missione “Plato” dell’Agenzia Spaziale Europea (ASI) il cui lancio è programmato per il 2026. In particolare “Plato” ricercherà esopianeti orbitanti intorno a stelle simili al Sole. Attendiamo con interesse e curiosità quel momento.

Miro Bertinotti

Miro Bertinotti

Articolista & curatore della rubrica Karamelle Spaziali di Karamellenews.it