Sussidiarietà centro del Protocollo Forum Terzo Settore Piemonte e Vol.To

Torino. Collaborare per ridisegnare insieme il mondo del Volontariato e del Terzo Settore, costituire un’importante occasione di crescita sociale, favorire le differenti forme di cittadinanza attiva, perseguire l’interesse generale della comunità sulla base del principio di sussidiarietà. Sono queste le finalità che stanno alla base del protocollo di intesa tra il “Forum Regionale del Terzo Settore in Piemonte”, articolazione del Forum Nazionale del Terzo Settore, che ha il fine di rappresentare i valori e le istanze degli Enti di Terzo Settore e rappresentare gli interessi comuni a livello regionale nei confronti delle Istituzioni locali, delle forze politiche e delle altre organizzazioni, economiche e sociali e l’Associazione Volontariato Torino, che ha in carico la funzione di Centro Servizio per il Volontariato per l’area metropolitana di Torino, con il compito di sostenere i Volontari e gli Enti del Terzo Settore nello svolgimento delle loro funzioni al servizio del prossimo.

Questo protocollo di intesa, che ha la durata di tre anni e verrà sottoposto a periodica verifica, è stato firmato da Anna Di Mascio, Portavoce del Forum del Terzo Settore in Piemonte, e Silvio Magliano, Presidente di Vol.To.

La volontà di intraprendere un cammino comune nasce dai cambiamenti sociali, politici, economici e culturali in atto che determinano un mutamento delle modalità di relazione tra gli Enti del Terzo Settore. In particolare la Riforma del Terzo Settore (Legge 106/2016), con i decreti legislativi sul Servizio Civile universale (D.Lgs 40/17), 5×1000 (D.Lgs 111/17), Impresa Sociale (D.Lgs 112) e Codice del Terzo Settore (D.Lgs 117/17) e i successivi atti normativi, coinvolgono gli Enti del Terzo Settore e i Centri Servizi per il Volontariato in nuove sfide che partono dalla ridefinizione stessa del quadro normativo e dei rapporti tra le parti.

Forum Regionale del Terzo Settore in Piemonte e l’Associazione Volontariato Torino nella sua funzione di Centro Servizio per il Volontariato di Torino, condividono di:

valorizzare e sostenere reciprocamente le rispettive funzioni di rappresentanza e di servizio;
favorire la realizzazione di comuni progetti volti alla declinazione della presente intesa;
promuovere presso gli Enti pubblici e le parti sociali esperienze di volontariato e di cittadinanza attiva al fine di concorrere nella costruzione di un sistema integrato di risposte ai bisogni emergenti attraverso la partecipazione degli Enti del Terzo Settore nella programmazione delle politiche in termini di cambiamenti culturali, normativi e organizzativi;
mettere a fattore comune le proprie competenze e specificità al fine di operare per il consolidamento e l’innovazione degli interventi a favore del sostegno degli Enti del Terzo Settore;
avviare il percorso che, in osservanza delle disposizioni contenute nella Riforma del Terzo Settore, delinei i mutamenti delle regole di governance da recepire a livello statutario dell’Associazione Volontariato Torino per l’esercizio della funzione di “Centro di Servizio”;
condividere i bisogni espressi dagli Enti del Terzo Settore al fine di assicurare che l’erogazione dei servizi da parte di Vol.To sia rivolta esclusivamente ai volontari presenti nelle diverse soggettività giuridiche;
diffondere attraverso i reciproci canali di informazione i contenuti della presente intesa, nell’ottica della compiuta attuazione della Riforma del Terzo Settore, nonché le rispettive principali attività promosse, che siano di interesse per le ODV e gli ETS;
organizzare incontri territoriali per diffondere le finalità della presente intesa e raccogliere i contributi dalle organizzazioni presenti sul territorio dell’Area Metropolitana di Torino.

Anna Di Mascio, Portavoce del Forum del Terzo Settore in Piemonte: “Il protocollo di intesa vuole esplicitare una rinnovata alleanza tra le nostre organizzazioni nel segno dell’unità tra tutte le diverse componenti degli Enti di Terzo Settore e la volontà comune verso le sfide da affrontare con la nuova legge di riforma. Siamo consapevoli del delicato compito di esprimere e rappresentare le istanze degli Enti di Terzo Settore e di tutte le persone coinvolte, che quotidianamente si impegnano in luoghi, attività e spazi di relazione per costruire comunità inclusive, per ridurre le disuguaglianze sociali, per offrire opportunità di vita migliori alle persone; noi siamo gli attori e i protagonisti della coesione e innovazione sociale”.

Silvio Magliano, Presidente Vol.To, e Luciano Dematteis, Vice Presidente Vicario Vol.To: “Di fronte alle grandi sfide del presente, bisogna dare risposte altrettanto forti e puntuali. Questo protocollo di intesa, che siamo orgogliosi di stringere con il Forum del Terzo Settore in Piemonte, andrà a ridisegnare il mondo del Volontariato cittadino e regionale in un quadro fatto di collaborazione e sinergia, ma più in generale denota una volontà politica di spessore e lungimiranza. Solo dall’unione delle esperienze, delle capacità e della passione delle persone di buona volontà può nascere un futuro migliore per noi e per i nostri figli, un futuro in cui il Volontariato e la cultura della sussidiarietà giochino un ruolo fondamentale”.

Redazione Karamellenews

Redazione di Karamellenews.it