Toi700d è la sorella della Terra?

A 101 anni luce da casa nostra, intorno alla stella nana rossa Toi700, il telescopio spaziale Tess (lanciato nel 2018) ha scoperto 3 pianeti interessanti. In ordine di distanza dalla stella troviamo Toi 700 b, un pianeta probabilmente roccioso di massa pari a 1.07 quella terrestre ed un periodo orbitale di 10 giorni. Segue Toi 700 c, un corpo gassoso simile a Nettuno con massa 7.48 quella della Terra e durata orbitale di 16 giorni. Il più distante, Toi700d, è quello più sorprendente perché è situato nella “zona di abitabilità conservativa”, dove la temperatura consente all’acqua di restare allo stato liquido. Con una massa di 1.72 quella terrestre, il pianeta roccioso ha un periodo orbitale di 37 giorni e riceve dalla stella l’86% dell’energia che il Sole invia sulla Terra (consentendo il mantenimento di temperature miti al pianeta). Ultima peculiarità, Toi700d volge sempre la stessa faccia alla stella.

La scoperta è stata confermata, attraverso le osservazioni del telescopio spaziale Spitzer, da Joseph Rodriguez (Harward Smithsonian). TOI 700 (700° Tess object of interest), è una stella tipo M con una massa del 40% di quella solare e una temperatura superficiale la meta di questo ed è situata nella costellazione meridionale del Dorado. Le stelle tipo M emettono raggi UV e X; Toi700 si è invece dimostrata stabile, cioè senza emissioni in 11 mesi di osservazione. Autori della scoperta, un pool di scienziati guidati da Emily Gilbert dell’Università di Chicago. Al lavoro ha partecipato anche Giovanni Covone dell’Università napoletana Federico II e lo studente Luca Cacciapuoti, dello stesso ateneo. Importante è stato il contributo di tre astrofili – Mario Di Sora, Giovanni Isopi e Franco Mallia – dell’Osservatorio Amatoriale di Campo Catino (Frosinone). L’annuncio è stato dato durante il 235° convegno della Società Americana di Astronomia ad Honolulu e pubblicata con tre articoli su The Astrophisical Journal.

Il satellite TESS (NASA), progettato per cercare pianeti simili alla Terra, monitora per 27 giorni consecutivi un settore di cielo. In un anno il satellite ha coperto 13 settori, in 11 dei quali era presente Toi700. Rilevando la diminuzione della luce proveniente da una stella quando un pianeta le transita davanti, TESS ha scoperto una quarantina di corpi gassosi di massa maggiore di Nettuno, ma uno solo, il suo primo simile alla Terra: Toi700d. Tuttavia, altri esopianeti di massa terrestre sono stati scoperti in passato da Trappist-1 e da Kepler. “Una stella tranquilla quasi quanto il Sole, con minime variazioni di luminosità rende più interessante il pianeta appena scoperto per lo studio sulla sua possibile abitabilità” ha rivelato Giovanni Covone, che conclude: “Sono sicuro che entro 10 anni scopriremo la vita aliena”. Gabrielle Englemann-Suissa, ha proposto, attraverso simulazioni, 20 differenti condizioni ambientali. Di sicuro, il nuovo esopianeta rappresenta per gli scienziati un laboratorio ottimale di astrobiologia.

Miro Bertinotti

Silva Bos

GIORNALISTA specializzata in Informazione Positiva - Direttore Responsabile di Karamellenews.it