Tra eclissi di Luna e lo splendore di Marte, a luglio il cielo da’ spettacolo

Il cielo del mese di luglio ci regalerà due eventi da ricordare e che si verificheranno nella stessa notte, quella di venerdì 27. Il primo sarà il verificarsi di una eclissi totale di Luna e che rappresenterà un evento secolare. Il secondo riguarderà il pianeta Marte che si presenterà in opposizione e più luminoso di Giove che in questo periodo è particolarmente brillante.

Questa eclissi avrà la durata più lunga del secolo, ben 103 m. Il nostro satellite si tingerà di rosso scuro (Luna Rossa) quando la Terra bloccherà i raggi solari diretti verso di esso.
Nonostante la luna si trovi alla massima distanza dalla Terra, lo spettacolo sarà mozzafiato. L’eclissi precedente, meno spettacolare, si era verificata il 28 settembre 2015 mentre per la prossima dovremo attendere il 21 gennaio 2019 che però si manifesterà poco prima del sorgere del Sole, in condizioni non ottimali per l’osservazione.

Il fenomeno astronomico inizierà con la Luna ancora sotto l’orizzonte alle 19h 14m. Per ammirare la totalità dell’evento dovremo attendere le 22h e 22m. L’eclissi terminerà intorno alla 01h e 30m. La Luna ritornerà a mostrare via via la sua superficie illuminata dal Sole a partire dalle 23h 13 m.
Per meglio apprezzare il fenomeno, si consiglia di recarsi in luoghi con orizzonte verso est sgombro da ostacoli. Durante l’eclissi, si potrebbero osservare (utilizzando binocoli o piccoli telescopi con pochi ingrandimenti così da inquadrare tutta la Luna) dei bagliori prodotti dalla caduta di meteoriti sul nostro satellite; il condizionale è d’obbligo.

Una interessante curiosità riguarda la scomparsa delle ombre sulla superficie lunare durante le eclissi e che invece si osservano piuttosto bene lungo il suo bordo durante i pleniluni. La più antica testimonianza di una eclissi è quella osservata in Cina nel 1135 aC. Quella del 413 Ac costò la sconfitta al condottiero ateniese Nicias durante la guerra contro Sparta a causa dell’errata interpretazione del fenomeno da parte degli astrologi. Keplero, nel 1620, osservò una eclissi affermando che la Luna diventò completamente invisibile, cosa che solitamente non avviene. Anche la sera del 3 aprile del 33 dC., una delle date presunte nella quale avvenne la crocifissione di Gesù, si verificò una eclissi di Luna.

Rimandando al prossimo articolo la presentazione della grande opposizione di Marte,  ricordiamo che a partire dalle ore 21 del 27 luglio, sarà possibile partecipare ad una osservazione guidata degli eventi presso il Terrazzo delle Stelle, sul tetto della canonica della Chiesa di San Rocco a Sanremo.

Foto: Luna Rossa by Miro Bertinotti

Miro Bertinotti

Miro Bertinotti

Articolista & curatore della rubrica Karamelle Spaziali di Karamellenews.it